Due dischetti di meringa alla mandorla che racchiudono una ganache cremosa. 

Alzi la mano chi sa resistere alla colorata tentazione di un macaron… Nessuno, vero?

Questo gioiellino della pasticceria, da sempre attribuito alla Francia, ha invece una storia lunga e sorprendentemente partenopea. Sei pronto a scoprirla?

La storia dei macarons è legata a doppio filo a quella di un tipico biscotto di pasticceria italiana, che gli somiglia sia per sapore che per forma: l’amaretto.

Il termine “macaron” era infatti usato inizialmente dai francesi per indicare proprio l’amaretto, esportato da Caterina de Medici, consorte del Duca francese Enrico II… che avrà sicuramente apprezzato il suo bagaglio di cultura gastronomica!

Qualche secolo dopo, nella storica impresa dolciaria francese Ladurée, un nipote del fondatore ebbe per primo l’intuizione di trasformare il macaron da un disco singolo a due dischetti uniti nel mezzo da una ganache ai lamponi. (Notate la somiglianza con gli amaretti nella foto, vero?)

Per diversi anni a venire, il macaron fu sempre e solo quello, senza la varietà che oggi ci lascia coi nasi incollati alle vetrine delle pasticcerie, provando a indovinare quali abbinamenti di gusti si celino dietro a quell’irresistibile arcobaleno di colori a cui siamo abituati. 🌈

Fu solo qualche decennio fa, infatti, che il macaron assunse l’aspetto che conosciamo ora, grazie all’intuizione del pasticcere Pierre Hermè che, giunto a lavorare a Ladurée, ne creò mille variazioni.

Qualche esempio? 
Caramello al burro salato, rosa, lichi e lampone o ancora l’iconico macaron bicolore mandarino e olio d’oliva di Hermè, che agli inizi del 2000 ha aperto la sua maison omonima. 

Curiogolosità

Alcuni ristoranti hanno riproposto il macaron in chiave salata, con ganache di gamberi o fegatini e interiora di piccione o, ancora, con dischetti alla gruè di fave di cacao. 

Arrivati a questo punto, potrebbe esserti venuta una voglia matta di correre in pasticceria! Se però, oltre a gustare i macarons, vorresti anche imparare a prepararli, sappi che abbiamo il corso perfetto per te.

Il corso per adulti “Basi di Pasticceria” si tiene il lunedì sera a partire dalle 20.00 e dura 3 ore. Partecipando all’appuntamento “Macarons e ganache” scoprirai tutti i segreti per realizzare questi irresistibili dolci francesi e i ripieni per declinarli in mille varianti di sapore e colore.

Che Pierre Hermè sia con te!